HomeL'Igiene

L'IGIENE

 

Senza dubbio l'igiene dei locali e dell'attrezzatura sono un fattore indispensabile per la buona riuscita dell'allevamento, per questo motivo non andrebbero mai sottovalutate alcune regole semplici, ma fondamentali.
La prima battaglia importante da vincere è quella contro i parassiti, dedicandosi ad un'accurata disinfezione con adeguati antiparassitari.
La maggior parte dei grandi allevatori suggerisce l'utilizzo di ipoclorito di sodio diluito al 3%, da vaporizzare direttamente sulle gabbie contenenti i volatili.

Sempre la stessa sostanza si può poi utilizzare anche per la pulizia delle gabbie (10%), mentre per la disinfezione di beverini e mangiatoie è preferibile l'utilizzo di sali quaternari d'ammonio (fate attenzione ad utilizzarlo nella diluizione e tempi riportati sulla confezione del prodotto per non rovinare la plastica).

Per eliminare invece i parassiti si possono vaporizzare i volatili con prodotti naturali a base di piretro, in termini di una volta al mese nel periodo invernale e due nel periodo estivo.

 

Mi raccomando, fate sempre attenzione a comprare prodotti NON tossici, eventualmente rivolgetevi al negoziante chiedendogli delucidazioni nel caso in cui non siate convinti di qualcosa e RISPETTATE SEMPRE LE DOSI INDICATE!!!!!!!

 

Per quanto riguarda la pulizia vera e propria dell'attrezzatura, beverini e mangiatoie andrebbero disinfettati ogni giorno, quindi per comodità sarebbe opportuno avere tutto in numero doppio rispetto alle gabbie in modo da poter turnare l'attrezzatura, senza dover magari mettere le mangiatoie ancora umide (con il rischio che si formino muffe). Sempre per una questione di igiene non bisognerebbe riempire le mangiatoie direttamente dal sacco di mangime (a meno che non siano state appena disinfettate) per evitare che eventuali tracce di feci contamino il misto, meglio servirsi di un cucchiaio o simile.


In merito ai fondi delle gabbie, l'ideale sarebbe quello di utilizzare le griglie separatrici, in modo che gli uccellini non vengano a diretto contatto con le proprie feci, queste poi, andrebbero pulite e disinfettate tutte le settimane eliminando con cura ogni traccia di sporco (stessa cosa ovviamente vale per il fondo che deve essere cambiato giornalmente se si utilizza la carta).

 

 

Testo a cura di Giada Cappuzzo, revisione Alex Solbiati

Sito Ufficiale del Club Italiano "Passero del Giappone"