HomeAlimentazione base

L'ALIMENTAZIONE BASE

 

In natura gli uccelli granivori difficilmente si alimentano con semi secchi, prediligendo invece quelli immaturi ed in certi casi addirittura le gemme, questo significa che se somministrassimo ai nostri PdG solamente un misto (costituito appunto da semi secchi) non forniremmo loro tutte le sostanze di cui necessitano, per questo motivo nella loro dieta devono sempre essere presenti:

 

  1. misto
  2. pastoncino
  3. spighe di panico
  4. osso di seppia
  5. grit
  6. vitamine
  7. sali minerali
  8. verdura, frutta ed erbe prative

 

Ad ogni modo, il fatto da tenere più in considerazione è che i PdG sono uccelli molto abitudinari, per questo motivo cercate di dare loro da mangiare sempre negli stessi orari, somministrando sempre gli stessi alimenti, nelle stesse mangiatoie e nella stessa posizione all'interno della gabbia. Questo tipo di routine renderà il “lavoro” più semplice a chi ha molte coppie e garantirà il successo nella riproduzione dei vostri Passeri.

 

MISTO

 

Il PdG non è un esotico particolarmente difficile da alimentare, si tratta di un estrildide che gradisce qualsiasi miscela di semi.
In commercio si trovano quelli specifici per esotici che contengono panico giallo rosso e bianco, miglio giallo, rosso, bianco e giapponese, niger etc.

 

 

Parlando con diversi allevatori di PdG sono venuta a conoscenza del fatto che spesso somministrano ai loro soggetti misti per ondulati, che a differenza di quelli per esotici non contengono panico e miglio rosso, in favore di maggior quantità di miglio bianco, avena decorticata e canapa. Da evitare però i misti per ondulati che contengono semi di lino, spesso di pessima qualità e comunque non apprezzati dai PdG.
Più importante delle percentuali dei vari semi è sicuramente la qualità del misto stesso che si deve presentare senza polveri, non unto, senza presenza di filamenti, muffe e bachi.
I semi dovrebbero essere della giusta dimensione, non piccoli e raggrinziti come si possono trovare in certi casi.
Se volete essere più sicuri circa la qualità della miscela appena acquistata potete fare una prova di germinabilità, basta prendere un piccolo recipiente, mettere del cotone
bagnato, una piccola manciata di semi e poi coprire il tutto con un altro strato fino di cotone. Curatevi di tenere sempre ben umido il cotone e dopo un paio di giorni avrete la possibilità di vedere i germogli. Ovviamente tanto maggiore sarà la percentuale dei semi che hanno germogliato e migliore sarà la qualità del misto.
In linea di massima la scelta migliore è quella di affidarsi a ditte specializzate e conosciute (anche se, almeno personalmente, ho avuto il piacere di verificare l'ottima qualità di un misto mai sentito nominare), acquistando possibilmente sacchi da 25 kg (per una questione di risparmio) e lasciando invece perdere quelli contenuti in barattoli di plastica o sottovuoto in quanto spesso vengono trattati con olii vari (in special modo quelli sottovuoto).
Per quanto riguarda la conservazione il misto andrebbe tenuto in un posto asciutto e fresco e il più sigillato possibile, la cosa migliore sarebbe quella di avere in allevamento un bel secchio capiente con il coperchio dove rovesciare il misto appena arrivati a casa. In questo modo sarebbe al riparo da insetti e piccoli animali nocivi che potrebbero bucare il sacco di carta, al riparo dalla luce ma allo stesso tempo in un contenitore che ci permetta di girare la miscela periodicamente in modo tale da non avere nel fondo del secchio il misto che per magari un paio di mesi è rimasto schiacciato dal resto.

 

SPIGHE DI PANICO:

 

Come detto sopra i Passeri sono molto abitudinari, quindi anche in questo caso la somministrazione dell’alimento  dovrebbe essere costante e non saltuaria. Non essendo di vitale importanza si può fare a meno di somministrarlo, dandolo eventualmente solo nelle gabbie affollate, come distrazione, in modo che i soggetti non si strappino le code a vicenda.

 

 

 

Testo a cura di Giada Cappuzzo, revisione Alex Solbiati

Sito Ufficiale del Club Italiano "Passero del Giappone"